fbpx

Lanciata la campagna Ripuliamo Roma!

"Dopo aver letto le linee guida del piano industriale di Ama, la sensazione è di essere di fronte all'ennesimo bluff: non si paventa la costruzione di una discarica di cui Roma ha un bisogno oggettivo, si rallenta sulla raccolta differenziata, si annuncia la costruzione di 13 nuovi impianti senza considerare l'ipotesi di comprare quelli esistenti, e velocizzare così un processo che rischia di diventare infinito. I romani sono stufi di sentire chiacchiere vuote e inconcludenti, vogliono e meritano risposte serie: per questo, abbiamo lanciato la campagna  'Ripuliamo Roma', che affronta da molti punti di vista il problema dei rifiuti e offre spunti e soluzioni reali, e che diventerà nelle prossime settimane una deliberà di iniziativa popolare". Così in una nota Simone Sapienza, segretario di Radicali Roma, Riccardo Magi, deputato di +Europa, Alessandro Capriccioli, consigliere regionale del Lazio di +Europa/Radicali e Massimiliano Iervolino, membro di direzione di Radicali Italiani. 
"Sul sito ripuliamoroma.it ci sono tutte le spiegazioni del perché Roma è finita in questo baratro, con le relative soluzioni: le nostre proposte mettono al centro AMA  e prevedono la costruzione di nuovi impianti a supporto della raccolta differenziata, l’acquisto dei Tmb Malagrotta 1 e Malagrotta 2 che, insieme a quello già di proprietà di Rocca Cencia, dovranno poi essere convertiti in fabbriche dei materiali, e infine una piccola discarica di servizio che servirà a chiudere il ciclo. I cittadini della capitale possono finalmente informarsi sul nostro portale e capire perché non sono liberi di passeggiare sui marciapiedi della loro città senza inciampare su qualche sacchetto di pattume o senza vedere cinghiali, gabbiani e topi intenti a banchettare, possono finalmente capire quali sono le cause che hanno portato Roma sulle prime pagine di tutti i giornali mondiali come simbolo della sporcizia e possono scoprire, con immenso stupore, che le soluzioni ci sono, basta avere il coraggio di applicarle.
Le proposte che si leggono sul portale Ripuliamo Roma verranno tradotte in una delibera di iniziativa popolare, che presenteremo nelle prossime settimane: se l'amministrazione non riesce a far altro che annunciare provvedimenti a lunghissimo termine e aspettare che Roma si trasformi in un'enorme Malagrotta per ormai manifesta incapacità, noi crediamo invece sia urgente e necessario agire coinvolgendo chi paga, in tutti i sensi, l'inettitudine di chi amministra. 'Ripuliamo Roma' - concludono - insieme a tutti quei cittadini che credono ancora in una politica che vada oltre gli slogan".
Lanciata la campagna Ripuliamo Roma!
Tagged on: