Mozione per l’anno 2013

MOZIONE GENERALE
ASSEMBLEA ANNUALE
ASSOCIAZIONE RADICALI ROMA
Roma 16 dicembre 2012

Gli iscritti dell’Associazione Radicali Roma, riuniti nell’Assemblea annuale ordinaria il 16 dicembre 2012 in via di Torre Argentina 76 a Roma, ascoltate le relazioni del Segretario e del Tesoriere le approvano.

L’Associazione Radicali Roma ringrazia i propri iscritti, i militanti e tutti i cittadini che, con grande slancio democratico, hanno sostenuto le iniziative politiche e civili promosse nel corso del 2012 e rinnova l’impegno per l’affermazione delle istanze di legalità democratica, di libertà, di laicità, di difesa dell’ambiente, proseguendo e rilanciando le iniziative in corso.
Radicali Roma ringrazia in particolare gli oltre 40 mila romani che hanno sottoscritto gli otto referendum cittadini promossi dal comitato Roma Sì Muove e gli 8 mila cittadini firmatari della delibera popolare per il riconoscimento delle unioni civili e sostegno alle nuove forme familiari.

Con particolare riferimento al pacchetto referendario Roma Sì Muove, nella consapevolezza del valore strategico e di alternativa di governo che ruota attorno agli otto quesiti, l’Assemblea delibera:

1. il rilancio dei contenuti referendari anche attraverso proposte di delibera e attraverso gli strumenti messi a disposizione dallo Statuto comunale;
2. l’impegno a mantenere ed ampliare i rapporti con tutti i soggetti singoli, associativi e territoriali che a Roma Sì Muove hanno aderito o che possano condividerne, anche in futuro, i presupposti e le istanze.
3. la costituzione di workshops tematici finalizzati a garantire la continuità politica ed operativa delle iniziative nonché a sostenere e integrare l’attività del Segretario;

Nel contesto politico e istituzionale cittadino caratterizzato dalla violazione sistematica da parte dell’amministrazione comunale persino del proprio statuto, dall’illegalità spudorata dei partiti a danno della comunità, dalla cancellazione di ogni dibattito sui diritti civili e sulla laicità delle istituzioni, dalla negazione per i cittadini della conoscenza e della partecipazione alla vita delle istituzioni, l’Assemblea ritiene che debbano essere ulteriormente rafforzate con la nonviolenza le iniziative già avviate con i seguenti obiettivi:

  • calendarizzazione delle delibere di iniziativa popolare per il riconoscimento delle unioni civili e per l’istituzione del registro dei testamenti biologici;
  • denuncia e lotta al fenomeno delle affissioni politiche abusive che rappresentano un gravissimo problema di legalità e di evasione fiscale da parte dei partiti, ai danni della collettività;
  • diritto per i cittadini romani di conoscere la verità sul vicenda del debito pubblico del comune di Roma e della nascente Roma Capitale e sull’operato della gestione commissariale del debito, autorità governativa sottratta ad ogni controllo democratico;
  • abrogazione delle illegittime ordinanze proibizioniste di Roma Capitale.

L’assemblea degli iscritti impegna gli organi statutari dell’associazione:

  • a sostenere con il massimo dell’impegno le scelte che il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito e i propri soggetti costituenti compiranno a livello nazionale e locale in vista della prossima scadenza elettorale, se la scelta sarà unitaria e si esprimerà con una lista;
  • a convocare entro un mese dalla elezioni amministrative 2013 un congresso straordinario dell’associazione.

Si raccoglie inoltre il contributo del Comitato Amianto Velodromo con l’impegno a sostenere la battaglia per la verità che porti alla luce le responsabilità del danno biologico procurato alla popolazione residente.

L’Associazione Radicali Roma ribadisce la necessità di rafforzare il proprio impegno a sostegno della battaglia per l’Amnistia, per la giustizia e per il diritto anche con iniziative di sensibilizzazione delle istituzioni a livello locale oltre che sostenendo le iniziative dei soggetti costituenti il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito.

L’Assemblea conferma in euro trenta l’importo della quota associativa per l’anno 2013.

Mozione per l’anno 2013
Tagged on: