Rifiuti: Montanari non faccia la furba, il Ministero chiede altro

Dichiarazione di Alessandro Capriccioli, Segretario di Radicali Roma e capolista della lista "+Europa con Emma Bonino" alla Regionali del Lazio:
 
L'Assessora Montanari non faccia la furba. Il testo unico ambientale è chiaro nella suddivisione dei compiti che riguardano la gestione dei rifiuti, e quindi la lettera che il Ministero dell'Ambiente ha inviato alla sindaca Raggi è semplicemente un atto dovuto, soprattutto dopo quello che è accaduto in questi giorni a Roma.
Come Radicali speriamo vivamente che non si debbano attivare i poteri sostitutivi, e tantomeno che si debba arrivare al commissariamento, cosa che è già di fatto avvenuta nel 2011 dopo l'apertura della procedura di infrazione su Malagrotta.
Tuttavia, l'odierna risposta dell'Assessora, che continua a ripetere come un mantra che l'amministrazione capitolina ha già individuato le zone per tre nuovi impianti, non lascia presagire nulla di buono. I tre impianti, evidentemente, vanno benissimo, ma il problema più grave di Roma riguarda soprattutto l'impiantistica a supporto della raccolta indifferenziata. E' su questo che è intervenuto il Ministero dell’Ambiente, non su altro. 
Noi lo ripetiamo da tempo: sulla gestione dell'indifferenziato a Roma il Movimento 5 Stelle non ha alcuna strategia: e la tanto decantata conversione degli impianti Tmb rimane, purtroppo, nel loro libro dei sogni.
Rifiuti: Montanari non faccia la furba, il Ministero chiede altro
Tagged on: