Rom: Superamento campi attraverso inclusione unica soluzione

Dichiarazione di Riccardo Magi e Alessandro Capriccioli, rispettivamente deputato e consigliere regionale del Lazio di +Europa:

"Come sempre, quando accade qualcosa all'interno di un campo rom, parte la stucchevole gara a chi strumentalizza di più: da chi invoca le ruspe a chi auspica l'immediato smantellamento di tutti gli insediamenti. Peccato che tutto questo sia distante anni luce dall'ambito delle soluzioni reali. Quello che è accaduto a Villa Gordiani non è rubricabile come semplice questione di ordine pubblico, sarebbe riduttivo e miope. È piuttosto uno dei risultati dell'inefficienza e della totale assenza di programmazione per il futuro, che su temi delicati come questo dovrebbe essere alla base di ogni politica credibile. Le violenze contro le forze dell'ordine risalenti allo scorso primo aprile vanno certamente condannate: ma è illusorio pensare che i controlli a tappeto, senza elementi politici di visione e di riforma, possano rappresentare la soluzione al problema. Le proposte contenute nelle nostre delibere di iniziative popolare "Accogliamoci", a parole recepite dall'amministrazione capitolina ma ancora "inspiegabilmente" nel cassetto delle cose da fare, avevano come finalità proprio la fine delle fallimentare politiche sin qui adottate e il progressivo superamento dei campi etnici presenti a Roma, garantendo ai nuclei familiari rom l'accesso a percorsi di inclusione abitativa e sociale personalizzati, con tempi certi e tappe definite. Non c’è altro modo di affrontare seriamente una questione così complessa, al di là del dibattito securitario, tutto strumentale, di questi giorni".

Rom: Superamento campi attraverso inclusione unica soluzione
Tagged on: