fbpx

8 Febbraio all’insegna della laicità dello Stato con manifestazioni a Campo de Fiori e Accademia di Francia

  L’omaggio a Galileo e una manifestazione  contro la pena di morte apriranno le celebrazioni per il 158° anniversario della proclamazione della Repubblica Romana del 1849.
 
Il prossimo 8 Febbraio, alle ore 15.30, una delegazione di Radicali Italiani, con la segretaria Rita Bernardini, e dell’Associazione Mazziniana, con il Presidente della sezione romana Massimo Scioscioli, si recherà in Viale Trinità dei Monti, nei pressi dell’Accademia di Francia, per rendere omaggio alla stele che ricorda la prigionia di Galileo Galilei “reo d’aver visto la terra volgersi intorno al sole”. La stele oggi versa in stato di degrado e di abbandono e pertanto la delegazione si farà carico della pulizia del luogo per senso di civismo e in spirito di collaborazione con il Comune di Roma che del luogo dovrebbe aver cura se non altro per ciò che rappresenta.
 
Successivamente, alle ore 18.00 dello stesso giorno, si terrà una manifestazione contro la pena di morte in Piazza Campo de’ Fiori, davanti alla statua di Giordano Bruno. In particolare, verrà ricordato che la Costituzione della Repubblica Romana del 1849 abrogò la pena di morte, reintrodotta a Roma dopo la restaurazione pontificia ad opera delle truppe francesi.
 
Nella circostanza verrà allestito un punto per la raccolta di firme della petizione per la moratoria delle esecuzioni capitali dell’Associazione Nessuno Tocchi Caino, che sarà presente con  la tesoriera Elisabetta Zamparutti.
 
Alle due iniziative – che hanno registrato l’adesione di numerose Associazioni di impegno
civile operanti a Roma – prenderà parte anche il consigliere regionale Donato Robilotta autore di una proposta di legge regionale per istituire la celebrazione dell’anniversario della Repubblica Romana.

8 Febbraio all’insegna della laicità dello Stato con manifestazioni a Campo de Fiori e Accademia di Francia
0 Condivisioni
Tags: