RADICALI ROMA

CONVERGENZA TRASVERSALE SULLA NOSTRA PROPOSTA DI DELIBERA. ESORTIAMO POMARICI A ROMPERE GLI INDUGI ED INSERIRLA NEI TEMPI PREVISTI ALL’ORDINE DEI LAVORI DEL CONSIGLIO

Dichiarazione di Lenigno e Bacaro rispettivamente Tesoriere e Segretario di Radicali Roma: ABBIAMO RISCONTRATO IN AULA GIULIO CESARE CONVERGENZA TRASVERSALE SULLA NOSTRA PROPOSTA DI DELIBERA. ESORTIAMO POMARICI A ROMPERE  GLI INDUGI ED INSERIRLA NEI TEMPI PREVISTI ALL’ORDINE DEI LAVORI DEL CONSIGLIO

 

Ieri come promesso siamo tornati in Aula Giulio Cesare, con la preannunciata telecamera, per testimoniare la nostra costante vigilanza sul Consiglio Comunale e sul suo Presidente, affinché facendo rispettare lo Statuto del Comune, metta all’Ordine dei lavori di Aula la proposta di Delibera Popolare sull’Anagrafe Pubblica degli Eletti. Assistere al Consiglio ci ha permesso di avvicinare diversi Consiglieri di minoranza (Rutelli, Mei, Quadrana, De Luca) e di maggioranza  (Cochi ed altri) che all’unanimità ci hanno espresso solidarietà di metodo, per il nostro essere presenti, si di merito sulla proposta. Purtroppo abbiamo anche assistito all’ennesimo scempio delle sedute consiliari romane, dove l’oratore parla a banchi vuoti, con capannelli di consiglieri indifferenti al “dibattito”; i banchi si popolano improvvisamente al momento del voto e solo la presenza della nostra telecamera (fatta oggetto di risolini e saluti) ha impedito l’esibizione di pianisti. Abbiamo registrato un clip che al più presto metteremo sul nostro sito www.radicaliroma.com. Purtroppo abbiamo avuto l’ennesima conferma dell’inadeguatezza del Presidente Pomarici, che anche ieri in Aula è stato richiamato più volte alle procedure regolamentarie, con tanto di citazione in lettura di specifici articoli; constatata l’inesattezza del suo agire il Presidente ha ritenuto di non modificare le sue decisioni: con quale garanzia possiamo sperare di veder accolte le nostre istanze sulla Delibera?

Alemanno, anche ieri assente, Sindaco e firmatario, è proprio indifferente al percorso di questa proposta? Radicali Roma non mollerà di un centimetro e ci sarà anche nelle sedute fiume della prossima settimana, ma soprattutto stiamo vagliando ogni ipotesi, oltre che di lotta non violenta, anche di ricorso a strumenti di garanzia extra e sopracomunali, per veder riconosciuti i diritti nostri e di altri 7000 cittadini, affinché entro il 24 aprile, come da Statuto, venga discussa la nostra Proposta di Delibera, che sarebbe un enorme avanzamento verso la trasparenza effettiva, inoltre a costo zero.