fbpx

No ambizioni personali: noi stiamo con gli elettori del Referendum Atac

“Di fronte alle dichiarazioni autolesioniste di Calenda e dei vertici del Pd romano noi stiamo decisamente con quei 400.000 cittadini di Roma che l’11 novembre 2018 si sono recati alle urne per esprimersi sul quesito referendario di Mobilitiamo Roma: quella parte dei cittadini è l’espressione più autentica, democratica e laica della città” così in una nota Leone Barilli, segretario di Radicali Roma. 
“La sfida del futuro che Roma ha di fronte non può contemplare interessi di parte, ambizioni personali o rendite di posizione: le dichiarazioni, i tweet che si rincorrono non aiutano per nulla. L’ultimo tavolo della cosiddetta ‘coalizione per Roma’ si è tenuto il 30 dicembre, ormai 4 mesi fa, ed ecco i risultati. Ognuno ha curato le proprie strategie perdendo di vista l’obiettivo di fondo che è quello non solo di vincere le elezioni, ma di essere in grado di offrire un progetto di sviluppo e di riscatto per la Città. Un progetto che esprima sì un cambio di classe dirigente ma in una cornice di radicale cambiamento di visione e di prospettiva. Per questo ribadiamo l’urgenza di convocare il tavolo su Roma per condividere tutti insieme un percorso, a partire da eventuali primarie da tenersi solo se convocate attraverso regole certe e condivise. Mostrare i muscoli serve solo al proprio tornaconto partitico ma non di certo alla città”.
No ambizioni personali: noi stiamo con gli elettori del Referendum Atac
0 Condivisioni