fbpx

"Lavavetri, dietro di loro il racket"

Offrono forse il servizio più capillare di Roma. Sono i lavavetri, pronti a rendere più trasparenti i parabrezza delle nostre auto, uomini e donne che però agiscono nell’illegalità e dietro ai quali si nasconde spesso il racket. Ad affrontare il problema sono il sindaco di Roma Walter Veltroni e il prefetto Achille Serra.

RACKET – ”Ci vuole un’armonizzazione delle norme nazionali. Bisogna anche considerare che spesso dietro il fenomeno dei lavavetri c’è uno sfruttamento del lavoro minorile, qui, come per lo sfruttamento della prostituzione c’è un racket ed è quello che bisogna colpire”, dice Veltroni commentando l’ordinanza del Comune di Firenze che prevede fino a tre mesi di arresto per i lavavetri. Secondo il sindaco ”vanno rivisti gli ambiti normativi e le figure di reato e previste sanzioni, senza benefici specie per il racket che sfrutta la prostituzione”.
A spingere per una omogeneizzazione della normativa è anche Serra che dice: “Ho fatto il prefetto a Firenze e capisco l’assessore Cioni e l’esasperazione della gente di fronte a questo fenomeno, ma il problema va visto a livello nazionale, se ognuno fa proprie norme, sorgono altri problemi”.

"Lavavetri, dietro di loro il racket"
4 Condivisioni
Tags: