fbpx

Smog, nel 2007 Roma non migliora

”Anche il 2007 si conferma all’insegna dello sforamento dei limiti di legge nelle aree urbane”. Lancia ancora una volta l’allarme smog Roberto Caracciolo, direttore di dipartimento dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (Apat), e lo fa al termine della sua audizione in Commissione Ambiente alla Camera.

IN CIFRE – Secondo i dati raccolti dall’Apat non migliora la situazione ”per quanto riguarda gli inquinanti secondari, come particolato (polveri sottili), ozono e biossido di azoto” spiega Caracciolo, che fa l’esempio di due città, Verona e Roma, dove il bilancio del 2007 non promette nulla di buono, visto che per quest’anno mancano ancora gli ultimi mesi clou per l’inquinamento atmosferico in città, quelli da ottobre a dicembre.

ZOOM – ”Mentre a Verona in tutto il 2006 sono stati registrati 194 sforamenti del limite del Pm10 (polveri sottili), considerando il periodo da gennaio al 24 settembre 2007 questi sono stati 104 – afferma il direttore Apat – mentre a Roma in tutto il 2006 sono stati registrati 110 sforamenti, contro i 67 segnalati da gennaio a settembre 2007”.

Smog, nel 2007 Roma non migliora
0 Condivisioni