fbpx

“Successi” Raggi fin troppo facili da smontare, dimostrano vizietto della propaganda e totale mancanza di visione

Dichiarazione di Alessandro Capriccioli, Segretario di Radicali Roma:
La velocità con cui in molti hanno già effettuato il debunking dei cosiddetti “43 successi” della Sindaca Raggi, a distanza di pochissime ore dalla loro pubblicazione sul blog di Grillo, dimostra ancora una volta che il Movimento 5 Stelle indulge con grande disinvoltura al vizietto della propaganda.
Smontare ad uno ad uno quei proclamati “successi” è un esercizio fin troppo facile, visto che in alcuni casi si tratta di normali adempimenti amministrativi presentati come sensazionali novità, in altri di obiettivi (peraltro modesti) conseguiti grazie all’iniziativa delle precedenti amministrazioni, in quanto tali per nulla riconducibili all’operato dalla Raggi, e in altri ancora addirittura di ricadute negli errori del passato, come nel caso del salario accessorio.
Ciò che più conta, tuttavia, è che nessuno di quei 43 punti riflette minimamente una visione innovativa di città, un segnale di discontinuità col passato, un’idea complessiva che possa finalmente liberare Roma dalla condizione di degrado e di declino in cui versa: e quindi, paradossalmente, quegli sbandierati “successi” finiscono per diventare altrettante prove di un’amministrazione fin qui deludente e inefficace.
Vantarsene rappresenta, appunto, un paradosso: in una città nella quale, purtroppo, ai paradossi ci siamo dovuti abituare.
“Successi” Raggi fin troppo facili da smontare, dimostrano vizietto della propaganda e totale mancanza di visione
154 Condivisioni