fbpx

Unioni civili: la sinistra divisa in V Municipio

In questi giorni, in Consiglio Municipale, è stato bocciato da destra e Partito Democratico, un documento, presentato da diverse settimane che chiedeva di impegnare il Presidente e la Giunta nel sollecitare l’amministrazione comunale a riorganizzare l’ufficio anagrafe centrale e quelli municipali al rilascio dell’attestazione di famiglia anagrafica, per poter riconoscere il legame tra due persone oltre quello matrimoniale. Una funzione che è già operativa presso diverse amministrazioni locali.

“Si trattava – spiega maurizio Catroppa, consigliere di Rifondazione Comunista in V Municipio – di rendere meno difficile la vita di tutte quelle persone che scelgono di vivere insieme. Un semplice atto di civiltà. I diritti estesi a tutti. Dobbiamo purtroppo constatare che, anche, questa vicenda è stata caratterizzata da disattenzione, confusione e divisioni interne al PD, dichiarazioni di sostegno al documento e marce indietro, comportamenti contraddittori ed incapacita’ di assumersi delle chiare responsabilità su questi temi.
Crediamo sia, oggi, necessario un confronto aperto sul ruolo delle istituzioni e su quali tematiche portare avanti nel municipio per poter costruire un municipio sempre più attento e vicino ai cittadini ed una città dove tutti si sentano parte di una collettività, con pari diritti e pari doveri.”

La Sinistra – L’Arcobaleno in V Municipio

Unioni civili: la sinistra divisa in V Municipio
0 Condivisioni