Atac: danni polveri sottili e inutile gara per servizio periferico

"Mentre il dibattito, in occasione del referendum sul trasporto pubblico locale, non sa fare di meglio che speculare sul falso problema della preminenza del pubblico sul privato, il bollettino su ATAC registra l’ennesimo procedimento penale dovuto all’eccesso di polveri sottili, che nei tunnel della metro mette a rischio la vita di lavoratori e passeggeri". Così in una nota Simone Sapienza, segretario di Radicali Roma, e Francesco Mingiardi, membro di direzione di Radicali Roma.
"In questo contesto da apocalisse, apprendiamo che il Comune intende mettere a gara il servizio periferico del servizio di trasporto pubblico locale dividendo la gara in lotti. Questo metodo di affidamento del servizio, che noi avremmo voluto per l’intero TPL, e che nella campagna sul referendum è stato snobbato dall’amministrazione, oggi diventa improvvisamente una buona idea. Limitare la concorrenza su una minima parte della città non risolve nulla, visto che il grosso del servizio continuerà a scontare le inefficienze di ATAC che rasentano, come nel caso delle polveri sottili, i limiti del lecito. Se poi ci mettiamo che dagli ultimi rilevamenti dell’Istituto per la Competitività i romani sono i cittadini più tassati d’Italia con aliquote addizionali che toccano la percentuale da capogiro del 4,3% (Aosta pretende dai suoi cittadini l’1,53, Cagliari l’1,89, Firenze l’1,93 e via salendo), diventa evidente che il nostro 'pubblico' non sa davvero cosa fare dei soldi che incamera. È ora - concludono - che Roma chiuda il libro delle boutade per aprire quello delle soluzioni".
Atac: danni polveri sottili e inutile gara per servizio periferico
Tagged on: