Migranti, Capriccioli/Bonafoni/Ciani: incitare all’odio aggrava i problemi, lavoriamo per reale inclusione nei territori

“In queste ore travagliate, in cui finalmente è stata trovata una soluzione per accogliere i migranti della Diciotti, tenuti in ostaggio dal Governo per più di una settimana, c’è chi continua a buttare benzina sul fuoco, annunciando manifestazioni che hanno il solo scopo di rendere più complicata anche la fase della prima accoglienza. È avvilente constatare come ogni occasione sia buona per fare propaganda politica, anche sulla pelle di chi non può difendersi”, così in una nota i consiglieri regionali del Lazio Alessandro Capriccioli (+Europa Radicali), Marta Bonafoni (Lista Civica Zingaretti) e Paolo Ciani (Centro Solidale), promotori del Manifesto Inclusione per una società aperta.

“L’obiettivo finale del sistema di accoglienza per i richiedenti asilo nel nostro Paese dovrebbe essere l’inclusione nei territori, come abbiamo ribadito attraverso il nostro Manifesto rivolto agli amministratori locali, che in meno di un mese conta già circa 400 sottoscrizioni. ‘Sostenere i processi di inclusione attraverso l’attuazione, nei territori, di un sistema ben strutturato, razionale, efficiente e solidale’, com’è scritto nel nostro appello, è l’unico modo per affrontare la questione e tentare di risolverla. Mettere in discussione questo principio significa non voler governare il fenomeno migratorio, e soprattutto non avere a cuore il benessere dei cittadini, che da un’integrazione ben riuscita potrebbero trarre solo benefici. Laddove poi vi siano degli elementi da migliorare, ciò può essere fatto soltanto valorizzando e condividendo le esperienze migliori di tutto il paese: non certo istigando all’odio attraverso iniziative demagogiche che possono solo peggiorare la situazione”.

Migranti, Capriccioli/Bonafoni/Ciani: incitare all’odio aggrava i problemi, lavoriamo per reale inclusione nei territori
Tagged on: