Rom: Superamento campi obiettivo anche in Regione

Dichiarazione di Alessandro Capriccioli, consigliere regionale del Lazio di +Europa:
 
"Il rapporto annuale dell'associazione 21 luglio presentato oggi in Senato mostra una fotografia impietosa e desolante relativa all'emergenza abitativa di rom e sinti". Lo dichiara in una nota Alessandro Capriccioli, consigliere regionale del Lazio di +Europa. "Sono circa 26mila le persone che vivono in baraccopoli formali e informali o nei centri di raccolta monoetnici", prosegue Capriccioli. "Siamo ancora il paese dei campi, della segregazione, nonostante le ripetute condanne degli organismi internazionali di monitoraggio sui diritti umani. 
 
Roma - come da anni noi radicali denunciamo - è la città in cui la situazione è più critica, con il primato di insediamenti (ben 17, riconosciuti e non), mentre il "Progetto di Inclusione Rom" della giunta Raggi rimane solo una delle tante promesse disattese dalla sindaca: il caso del Camping River, declassato, con l'intervento dell'amministrazione capitolina, da campo attrezzato a insediamento informale, ne è l'esempio più limpido. 
 
Le condizioni di vita nei campi sono sempre più gravi e nessuno sembra volersene fare carico: il dato sulla scolarizzazione dei bambini è quello che preoccupa di più perché rispetto a due anni fa circa il 50% degli studenti rom della capitale ha abbandonato la scuola. Può essere questa la strada giusta per arrivare a un'integrazione reale, nell'interesse e a beneficio di tutti?
 
 Siamo consapevoli delle difficoltà e degli ostacoli, ma continueremo a lavorare anche nella Regione Lazio su questo tema, in un'ottica che vede nell'inclusione abitativa e sociale la sola via d'uscita. In questo senso la nomina di Luigi Manconi a capo dell'Unar è una garanzia: ci impegniamo quindi a portare avanti un lavoro di attento monitoraggio della situazione a livello locale e a dare da subito impulso al “Tavolo Regionale per l’Inclusione e l’Integrazione sociale" - istituito in base alla Strategia Nazionale per l’Inclusione dei Rom nel 2015 e ancora poco operativo.
Rom: Superamento campi obiettivo anche in Regione
Tagged on: