fbpx

CONSIGLIO REGIONALE DI LOMBARDIA: RADICALI, APPROVATA MOZIONE A SOSTEGNO DEL PIANO DI PACE PER LA CECENIA E PER RESTITUIRE CENTRALITÀ ALL'ONU

Milano, 11 giugno 2003. Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato ieri a larghissima maggioranza – con la non partecipazione al voto della sola Rifondazione Comunista – una Mozione, proposta dai Radicali, di adesione all’appello internazionale rivolto al Segretario Generale delle Nazioni Unite a sostegno del Piano di pace per una soluzione politica della tragedia russo-cecena, proposto nel febbraio scorso dal Ministro degli Esteri ceceno Ilyas Akhmadov.
Un appello a sostegno di questo Piano è stato lanciato dal Partito Radicale Transnazionale e ha sinora raccolto in tutto il mondo molte migliaia di firme di personalità illustri della cultura, della politica, della scienza. Tra i firmatari numerosi sono i cittadini russi che temono anche che le gravi violazioni dei diritti fondamentali in Cecenia possano mettere a repentaglio il processo di democratizzazione nell’intera Russia.
Il “Piano Akhmadov” restituisce centralità all’ONU come garante dell’immediato rispetto dei diritti umani in Cecenia e dell’avvio di un processo di ricostruzione sia del tessuto civile e politico sia dal punto di vista delle infrastrutture.
Il Piano presuppone la nomina di un Rappresentante Speciale del Segretario Generale dell’ONU per la Cecenia, il disarmo di tutte le forze cecene in campo, il ritiro dei militari russi e la sostituzione dell’attuale Amministrazione con un’altra, provvisoria, costituita dall’ONU, secondo un modello simile a quello attuato in Kossovo. Alla fine di questo processo di rigenerazione democratica, da attuarsi – a differenza del Kossovo – in tempi definiti, ci sarebbero libere elezioni monitorate internazionalmente e la possibilità per i Ceceni di decidere del proprio futuro.
La Mozione del Consiglio Regionale impegna i Presidenti del Consiglio e della Giunta a chiedere al Governo l’apertura di un ufficio presso il Ministero degli Esteri italiano per il Piano di pace per la Cecenia, dotandolo di esperti “sul campo” della situazione cecena ed esperti di diritto internazionale, anche per fornire all’ONU elementi utili al raggiungimento di una soluzione politica che garantisca ai Ceceni pace e democrazia e alla Russia le condizioni di sicurezza alle quali ha diritto.
L’appello in sostegno del Piano Akhmadov può essere firmato su: www.radicalparty.org

CONSIGLIO REGIONALE DI LOMBARDIA: RADICALI, APPROVATA MOZIONE A SOSTEGNO DEL PIANO DI PACE PER LA CECENIA E PER RESTITUIRE CENTRALITÀ ALL'ONU
0 Condivisioni