fbpx

EUTANASIA: SI' DA SEI DONNE SU DIECI, NO A NUCLEARE E OGM

Le donne italiane hanno molto rispetto della vita umana ma quando il malato e’ sanza speranza sono favorevoli all’eutanasia: il 58% infatti (contro il 48,5% degli uomini) acconsentirebbe alla “dolce morte”. Il 29,1% interromperebbe le cure, il 28,9% anche grazie all’utilizzo di farmaci: lo sottolinea un’indagine di Observa Science, commissionata da O.N.Da, l’osservatorio nazionale sulla salute della donna su un campione di 1000 persone maggiorenni. L’istituzione, nata oggi, e’ stata presentata in Campidoglio. La ricerca ha riguardato anche la scienza. E, anche qui, le donne si sono diversificate dagli uomini: il 43,3% ha detto “no” agli investimenti nel settore del nucleare e il 19,9% ha paura di incidenti (contro il 42,9% e il 16,4% degli uomini, rispettivamente). Il 29,3% delle donne (contro il 28,6% degli uomini), poi, vorrebbero impiegare fondi piu’ per fonti energetiche alternative. Ad accomunare i due sessi e’ la paura dell’esaurimento dell’acqua potabile. Anche sugli Ogm (organismi geneticamente modificati) il giudizio e’ negativo sia da uomini che da donne: il 48,2% dei primi e il 38,6% delle donne ritiene che gli ogm servano soltanto ad arricchire le multinazionali in campo agroalimentare. Il 20,3% delle donne ritiene anche che i cibi ogm siano dannosi per la salute.

EUTANASIA: SI' DA SEI DONNE SU DIECI, NO A NUCLEARE E OGM
0 Condivisioni