fbpx

Grazie alla Regione il satellite supera le sbarre…

Roma, 21 marzo 2006 – Anche i detenuti di due carceri della Capitale avranno la possibilità di seguire le loro partite di calcio preferite in tv. Questo grazie ad una iniziativa della Regione Lazio e dell’assessore al bilancio Luigi Nieri, che hanno provveduto a fare entrare oltre le sbarre due parabole attraverso le quali seguire i programmi col satellite. All’evento hanno partecipato anche l’attore romano Pino Insegno e l’associazione Antigone.

Una iniziativa di cui beneficieranno tutti i detenuti, che potranno vedere la Tv satellitare a tempo indeterminato, grazie ad un pacchetto offerto gratuitamente e che dalle regie esterne dei due carceri arrivera’ in ogni cella. Dalle partite di calcio ai film, ai programmi di intrattenimento, ogni recluso potra’ assistere alle varieta’ di trasmissioni in onda sui canali satellitari.

”Visitare le carceri – ha detto l’assessore Nieri al termine della visita a Rebibbia – e’ sempre una cosa molto dolorosa perche’ sono luoghi di sofferenza e Casal del Marmo fa ancora piu’ impressione perche’ li’ ci sono dei ragazzi. Con questa nostra iniziativa diamo la possibilita’ di vedere un po’ di televisione… per chi e’ recluso avere accesso alle partite di calcio e vedere la propria squadra del cuore e’ qualcosa di molto importante, cosi’ come piace a tutti quanti”.

L’assessore non ha dimenticato comunque di sottolineare quello che rimane il problema principale delle carceri, il sovraffollamento, ricordando di avere in cantiere un finanziamento di un milione e mezzo di euro per finanziare una legge che e’ ora in discussione, una legge quadro sul carcere che affronta il tema della sanita’, oltre ad “un altro finanziamento di 450.000 euro per quei due bracci di Regina Coeli che non hanno riscaldamento e sono privi di docce calde”.

Grazie alla Regione il satellite supera le sbarre…
0 Condivisioni
Tags: