fbpx

Halloween da incubo: pestati tre ragazzi gay

Omofobia e violenza a Roma: la festa di Halloween si è trasformata in un brutto incubo per tre ragazzi gay. L’episodio è avvenuto nella notte tra 31 ottobre e 1 novembre alla Stazione Termini: i tre, da poco usciti dalla serata Muccassassina, storica discoteca omosex capitolina, cercavano alla stazione un bar dove fare colazione prima di tornare a casa, quando alla fine di una scala mobile sono stati raggiunti ed accerchiati da un gruppo di ragazzi italiani, con intenti apertamente ostili.

LO SCONTRO – Agli insulti ed epiteti offensivi da parte del ‘branco’, i giovani omosessuali hanno risposto mantenendo la calma e cercando di allontanarsi. Uno dei teppisti si è quindi scagliato su uno dei ragazzi, prendendolo a cazzotti. La vittima è stato medicata al Pronto Soccorso della Stazione Termini, con un referto di 7 giorni di prognosi.

L’SOS – Immediata la chiamata al 133: gli agenti, intervenuti tempestivamente, hanno fermato tre componenti del gruppo. I ragazzi hanno chiesto quindi il sostegno del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli (associazione che dal 1983 è in prima linea per la tutela di gay, lesbiche e trans), che ha messo loro a disposizione gratuitamente una consulente legale.

IL COMMENTO – “Non è purtroppo il primo caso di violenza nei confronti di gay che ci viene segnalato – rende noto un portavoce dell’associazione – Il centralino del Circolo Mario Mieli riceve molto spesso telefonate di denuncia: a volte si tratta solo di minacce verbali e insulti offensivi, ma spesso, soprattutto negli ultimi tempi, questi episodi sfociano in veri e propri raid violenti ed omofobi.”

Halloween da incubo: pestati tre ragazzi gay
0 Condivisioni