fbpx

Il Secolo XIX – Roma, nessuno parla dei radicali in lista

 

Lettera di Paolo Izzo, pag. 39 – Forse nessuno sa che alle prossime elezioni comunali di Roma sono candidati anche dei Radicali. Invece, sarebbe una informazione da dare, per una volta. Sono ben 7 e corrono nelle file della Lista civica per Marino sindaco: Riccardo Magi per il Consiglio comunale e altri 6, compreso il sottoscritto, sparsi nei municipi. Fatta salva la candidatura di Bonino alle Regionali 2010, che si sa bene come non sia stata veramente appoggiata dai vertici del Centrosinistra, negli ultimi anni è stato tutto un “escludere” i pericolosi Radicali dalla competizione elettorale. Li ha esclusi Zingaretti dalle Regionali, nonostante fosse merito proprio dei Radicali la caduta della giunta Polverini; li ha esclusi Bersani dalle Politiche perché, disse, voleva fare una legislatura “tranquilla” (sic!). Oggi, se non altro, Ignazio Marino ha mostrato di avere il coraggio di rischiare. Rischiare la legalità, la trasparenza e la infaticabile lotta per i diritti civili che i Radicali potrebbero portare persino in Comune: quasi come prendere un treno senza biglietto, portandosi il controllore da casa. Con la temibile eventualità che Roma Capitale possa diventare davvero una casa “comune” per i suoi cittadini e non l’attuale club esclusivo.

Il Secolo XIX – Roma, nessuno parla dei radicali in lista
0 Condivisioni