fbpx

Lavoro illegale, metà delle imprese non in regola

Setacciano senza sosta la città, controllano numerose aziende e all’interno trovano 70 dipendenti non in regola, molti dei quali impiegati in maniera occulta. Scatta così il bollino rosso per 39 imprese della Capitale.

L’INCHIESTA – A sorprendere le aziende romane irregolari sono state 50 pattuglie del comando provinciale della Guardia di finanza nell’ambito dell’inchiesta condotta per indirizzare l’azione di controllo sul versante del lavoro nero e contro il “sommerso”.

GLI ESITI – Dalle verifiche è emerso che il 48,75% delle imprese sottoposte all’azione di controllo sfruttavano manodopera irregolarmente assunta, per un totale di 70 dipendenti, 25 dei quali sono risultati “irregolari”, impiegati cioè a tempo pieno anzichè parziale come da contratto, e 45, lavoratori in nero.

IL DATO – Tra i dipendenti non in regola, per dodici immigrati clandestini sono state avviate le procedure di rimpatrio. Sorprende il dato secondo il quale sono stati individuati anche 41 lavoratori italiani.

Lavoro illegale, metà delle imprese non in regola
0 Condivisioni