fbpx

Le richieste del Coordinamento Legalità e Partecipazione

Il Coordinamento Legalità e Partecipazione inoltra ai membri del
Consiglio Comunale di Roma le seguenti richieste:
– immediata calendarizzazione di tutte le Delibere di Iniziativa Popolare presentate nel
corso delle ultime due consiliature e ancora giacenti, secondo quanto disposto dagli
articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli Istituti di Partecipazione e di Iniziativa

Popolare (deliberazione del Consiglio comunale n. 101 del 14 giugno 1994).
Nella fattispecie:
a) le Delibere di Iniziativa Popolare già esaminate dalla Commissione competente
dovranno essere tempestivamente sottoposte a votazione del Consiglio Comunale.
In particolare, in data 31 gennaio 2008 il Consiglio dovrà provvedere alla
votazione della proposta di delibera di iniziativa popolare per la stesura di
un piano regolatore che disciplini gli impianti di radio diffusione,
telefonia mobile ed elettrodotti sul territorio comunale, depositata in data

18 luglio 2005 presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;
b) il Consiglio Comunale dovrà provvedere alla rapida calendarizzazione del voto in
aula delle seguenti delibere d’iniziativa popolare:
1. proposta di delibera d’iniziativa popolare per l’introduzione del
diritto di voto attivo e passivo alle elezioni comunali per i cittadini
stranieri non comunitari e apolidi, depositata in data 14 ottobre 2005

presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;
2. proposta di delibera d’iniziativa popolare per l’introduzione del
diritto di voto attivo e passivo alle elezioni municipali per i cittadini
stranieri non comunitari e apolidi, depositata in data 14 ottobre 2005

presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;
3. proposta di delibera di iniziativa popolare per la stabilizzazione del
precariato, la valorizzazione del personale di ruolo e per la
reinternalizzazione dei servizi, depositata in data 16 agosto 2007 presso

l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;

c) le Delibere di Iniziativa Popolare che non abbiano seguito l’iter previsto dalla
normativa (cf. allegato A), cioè che non siano passate al vaglio della competente
Commissione consiliare, dovranno essere tempestivamente esaminate, previa
audizione delle relazioni dei primi firmatari delle proposte in oggetto, ai sensi degli
articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli Istituti di Partecipazione e di Iniziativa
Popolare (deliberazione del Consiglio comunale n. 101 del 14 giugno 1994);

– immediata attuazione della Delibera di Iniziativa Popolare approvata dal Consiglio
Comunale in data 6 febbraio 2006, per la progettazione partecipata di un nuovo
sistema sostenibile di mobilità pubblica e privata per la periferia est di Roma (da Saxa
Rubra alla Laurentina), incentrato sull’utilizzo del tram o di un mezzo a trazione
elettrica ed ecologica equivalente;
– adeguata pubblicizzazione delle Delibere di Iniziativa Popolare e di tutti gli altri istituti
di partecipazione previsti dallo Statuto del Comune di Roma e dal Regolamento per gli
Istituti di Partecipazione e di Iniziativa Popolare, attraverso la predisposizione di uno
spazio all’interno del sito del Comune di Roma interamente dedicato alla democrazia
diretta.
Il Coordinamento Legalità e Partecipazione chiede altresì che siano rese disponibili e di
facile accesso al pubblico tutte le Relazioni del Sindaco sul rendimento degli istituti di
partecipazione pubblicate dal 1995 ad oggi, nonché l’elenco delle sale disponibili nel
territorio comunale, comprensivo della tabella relativa agli indennizzi da corrispondere per
la fruizione dei servizi tecnici, come previsto, rispettivamente, dagli articoli 19 e 14 del
Regolamento per gli Istituti di Partecipazione e di Iniziativa Popolare (deliberazione del
Consiglio comunale n. 101 del 14 giugno 1994).
Nonostante gli sforzi di ricerca e le numerose richieste inoltrate a vari uffici comunali (Urp
Municipali, Albo Pretorio, Urp e Segreteria del Difensore Civico), infatti, è stato fin qui
impossibile prendere visione della suddetta documentazione, in palese violazione di
quanto disposto dalla normativa, secondo la quale l’elenco delle relazione e delle sale

“deve essere trasmesso a tutte le sezioni dell’Ufficio per l’informazione dei cittadini”.
Allegato A
Delibere di Iniziativa Popolare presentate nel corso delle ultime due
consiliature, ancora giacenti e non esaminate della competente Commissione
consiliare:
– proposta di delibera di iniziativa popolare sulle procedure di acquisizione dell’ex
manicomio di S.Maria della Pietà e all’attivazione di un iter partecipato che coinvolga
associazioni e cittadini nella progettazione del futuro utilizzo del complesso, depositata
in data 5 dicembre 2003 presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;
– proposta di delibera di iniziativa popolare concernente il programma di recupero
urbano laurentino e l’inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente
primaria della rete ecologica e destinazione dell’intera area a Parco Pubblico, depositata
in data 22 febbraio 2005 presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio Comunale;
– proposta di delibera di iniziativa popolare per la revoca della delibera del C.C. n. 318 del
13 dicembre 2005 concernente il programma di trasformazione urbanistica Tor Tre
Teste, depositata in data 6 giugno 2007 presso l’Ufficio di Segreteria del Consiglio
Comunale.

Le richieste del Coordinamento Legalità e Partecipazione
0 Condivisioni
Tags: