fbpx

Manzoni: il futuro "conserva" la storia

Un restyling che guarda al futuro senza dimenticare la storia. Riapre oggi, dopo oltre un anno e mezzo di lavori, la stazione Manzoni della metro A che d’ora in poi si chiamerà “Manzoni-Museo della Liberazione”, per la vicinanza a via Tasso, ex prigione nazista e sede del museo. La rinata stazione, che riapre al pubblico alle 14, e’ stata inaugurata stamani dal sindaco di Roma Walter Veltroni, dall’assessore comunale alla Mobilita’ Mauro Calamante, dal sovrintendente archeologico Angelo Bottini e dai vertici di Atac e Met.Ro.

LE NOVITA’
– Con un ambiente in cui domina il bianco, la stazione è il prototipo di quelle che saranno le future fermate della metro C, del prolungamento della B1 e della linea D. I servizi all’utenza sono stati ampliati, i sistemi di ventilazione potenziati, e’ priva di barriere architettoniche e accessibile anche ai non-vedenti, ha un moderno sistema antincendio, bagni autopulenti e una nuova segnaletica che facilita l’informazione ai passeggeri.

I RITROVAMENTI – Nel corso della ristrutturazione, costata circa 10 milioni di euro, sono stati scoperti resti degli accampamenti fortificati della guardia imperiale a presidio della Domus Aurea, ora visibili e valorizzati. Un aspetto sottolineato sia dal sovrintendente Bottini sia dal sindaco. ”Abbiamo dimostrato – ha detto Veltroni – che si possono realizzare cose difficili, tutelando e valorizzando cio’ che il ventre della nostra terra conserva”. ”E’ una stazione moderna – ha aggiunto il primo cittadino – prototipo di quelle che apriremo nel 2011: dalla metro C Pantano-San Giovanni al prolungamento della metro B fino a Montesacro”.

L’ANNUNCIO – E una volta terminati, il prossimo aprile, i lavori di ammodernamento della linea A, l’orario di chiusura del servizio tornerà quello consueto: a mezzanotte il venerdì, sabato e domenica e alle 23:30 gli altri giorni. Ad annunciarlo è stato l’assessore Calamante.

AN ALL’ATTACCO – A rovinare la festa ci prova Alleanza nazionale che ricorda come i lavori della stazione Manzoni siano stati “consegnati con quasi un anno di ritardo”. Dunque, secondo il capogruppo in Campidoglio Marco Marsilio e il capogruppo al municipio Roma centro storico Federico Mollicone, ora “subito risarcimenti economici ai commercianti di viale Manzoni e via La Spezia”.

Manzoni: il futuro "conserva" la storia
0 Condivisioni
Tags: