fbpx

Nidi comunali: sciopero della fame per le educatrici

 In tre hanno pernottato nella sala del Carroccio occupata. E hanno pure deciso di avviare uno sciopero della fame contro la diminuzione degli organici e delle supplenze. L’avanguardia della protesta – cinque persone, tra cui tre educatrici degli asili comunali e un dirigente nazionale delle RdB-Cub – si è molto lamentata per ”la cancellazione da parte del sindaco Veltroni dell’incontro” fissato per ieri “con i rappresentanti delle educatrici del Comune di Roma”.

VELTRONI HA PREFERITO TOM CRUISE – Il responsabile degli enti locali Lazio delle Rdb-Cub Roberto Betti, uno dei tre che ha occupato la sala, ha rincarato la dose: “Il nostro incontro con Veltroni è stato formalmente spostato a causa di impegni istituzionali, ma quando abbiamo saputo che il sindaco era alla prima del film di Tom Cruise, diciamo che ci siamo un po’ arrabbiati…per non dire altro. Abbiamo chiesto di poter incontrare il capo di gabinetto, ma niente”.

NOTTE DA OCCUPANTI – Secondo quanto riferisce Betti, ”la proposta che ci e’ stata fatta e’ di incontrare” oggi, informalmente, “l’assessore al personale. Ma non si deve sapere perche’ e’ evidente che non si vogliono infastidire Cgil, Cisl e Uil. E’ ovvio che siamo molto amareggiati”. Da lì la decisione di passare anche la notte presso la Sala del Carroccio.

SCIOPERO DELLA FAME – Betti ha poi aggiunto: “Il Comune ha impedito che ci venissero portati dei viveri, ma a questo punto siamo noi a rifiutare il cibo, protestando anche con lo sciopero della fame”. La contestazione, ieri pomeriggio, è stata sostenuta da una manifestazione fuori del Campidglio alla quale hanno partecipato circa 200 educatrici di ruolo e precarie degli asili nido comunali.

PROTESTA ANCHE IL PRC – L’incontro con Veltroni è stato spostato al 5 novembre. Una data considerata troppo lontana dai manifestanti. Ma la vicenda ha provocato turbolenze anche nella maggioranza. La capogruppo consiliare del Prc, Adriana Spera, non l’ha mandata a dire: “Il sindaco vuole evitare quest’incontro. Sui nidi e sulle materne si sono fatte troppe scelte sbagliate”. <!–finecorpoart–><!–ContenutiArt–>

<!–div class=”SemibannerHpPlus”>  dite la vostra dite la vostra

title

</div–>

Nidi comunali: sciopero della fame per le educatrici
0 Condivisioni