fbpx

Orgoglio gay: il 16 giugno si manifesta a Roma

Parità, dignità e laicità sono le parole d’ordine dell’appuntamento 2007 del Gay Pride che sfilerà per le strade di Roma sabato 16 giugno. Si annuncia un momento molto importante per il movimento glbtq (gay, lesbico, bisessuale, transgender e queer) che quest’anno manifesterà unito e compatto lungo un percorso che va da porta San Paolo, punto di partenza anche del World Gay Pride del 2000, fino a San Giovanni. Questa piazza è “tradizionale luogo di ritrovo delle grandi manifestazioni popolari e punto di arrivo delle marce legate ai diritti e alla pace – spiega Rossana Praitano, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli e uno dei portavoce dell’iniziativa – è l’unica in grado di contenere le centinaia di migliaia di persone che attendiamo per l’evento ed è il luogo più adatto per ribadire con la massima forza le nostre parole d’ordine”.
La parata assume un’importanza particolare: quest’anno infatti la richiesta di pari diritti avanzata dalle persone omosessuali e transessuali è diventata materia di dibattito parlamentare con il disegno di legge sui Di.Co. “È un Pride dalla forte carica politica e rivendicativa – commenta Praitano – in un momento che sentiamo centrale nel confronto democratico del nostro Paese e che speriamo richiami a manifestare tutte le cittadine e i cittadini che hanno a cuore la libertà di pensiero, l’uguaglianza per tutti, la giustizia e la laicità delle istituzioni. Dati che sembravano acquisiti ma sembrano oggi rimessi in discussione”.

Orgoglio gay: il 16 giugno si manifesta a Roma
0 Condivisioni