fbpx

PROCREAZIONE, PANNELLA: AVREI SCOMMESSO STOP A NOSTRO QUESITO RESPINTO PERCHE' RADICALE E COSTITUZIONALE, I GIUDICI SONO MOSTRI

Roma, 13 gennaio 2005

• Da un lancio dell’agenzia Ansa delle ore 13:50:

”Sulla bocciatura del nostro quesito referendario sulla procreazione assistita da parte della Consulta avrei scommesso. E la motivazione di questa bocciatura e’ prevedibile e semplice: quella richiesta di abrogazione e’ radicale e, cosa ancor piu’ grave, perfettamente costituzionale”. Cosi’ il leader storico dei Radicali Marco Pannella commenta la decisione della Corte Costituzionale circa l’ammissibilita’ dei quesiti referendari sulla procreazione assistita. Pannella, raggiunto telefonicamente dall’Ansa a Strasburgo, lancia una stoccata alla Consulta. ”Per illustrare la storia politica di questa Corte Costituzionale – osserva – occorrerebbe il pennello di Goya: quei giudici sono davvero degni dei suoi mostri…”. Infine, l’europarlamentare radicale sottolinea che ”dei quattro referendum dichiarati ammissibili tre sono stati redatti per incarico dei Radicali; dunque, dei quattro che abbiamo presentato, la Consulta ha accolto tre referendum”.

PROCREAZIONE, PANNELLA: AVREI SCOMMESSO STOP A NOSTRO QUESITO RESPINTO PERCHE' RADICALE E COSTITUZIONALE, I GIUDICI SONO MOSTRI
0 Condivisioni
Tags: