fbpx

Per la riforma di Roma Capitale serve una mobilitazione popolare

“Ieri in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati sono stati bocciati diversi emendamenti alla legge di bilancio che riguardavano tra gli altri le risorse, l’assetto istituzionale di Roma Capitale e il prolungamento della Metro C. Emendamenti presentati da diverse formazioni, dai 5Stelle passando a Italia Viva e Fratelli d’Italia nel tentativo di utilizzare la legge di bilancio per fare un po’ di propaganda a fini elettorali.   Comprendiamo la frustrazione della Sindaca, che in campagna elettorale non potrà fregiarsi di aver dato a Roma risorse e poteri speciali. Dal canto nostro però applaudiamo al Governo che non ha dato corso all’ennesima mancia elettorale” così in una nota Leone Barilli, segretario di Radicali Roma. 
“I problemi di Roma si affrontano con il coinvolgimento dei romani, non con qualche emendamento alla manovra di bilancio. Le scorciatoie che non sono legate a un disegno complessivo di riscrittura dell’assetto istituzionale guardano al dito e non alla luna. Sui poteri di Roma, sul ruolo della città Metropolitana e sull’autonomia dei Municipi c’è bisogno di una vera e propria mobilitazione popolare”.
Per la riforma di Roma Capitale serve una mobilitazione popolare
0 Condivisioni