fbpx

Roma, l'ex sottosegretario Verzaschi agli arresti domiciliari per tangenti

 L’ex sottosegretario alla Difesa Marco Verzaschi è agli arresti domiciliari in relazione a un’inchiesta della procura di Roma che lo vede coinvolto nella sua qualità di ex assessore regionale alla sanità. L’esponente dell’Udeur, dimissosi qualche giorno fa dall’incarico al ministero, è accusato di corruzione e concussione.

La vicenda, in cui sono indagati diversi manager e politici, riguarda presunte tangenti pagate dalla manager Anna Iannuzzi, soprannominata Lady Asl. Nei giorni scorsi Verzaschi, 48 anni, si era dimesso da sottosegretario alla Difesa e da segretario regionale per il Lazio dell’Udeur. Una decisione presa, aveva detto, per motivi “strettamente personali”.

Nel ’95 Verzaschi era stato eletto per la prima volta nel Consiglio della Regione Lazio, incarico rinnovato nel 2000 e nel 2005. Dal 2000 al 2003 ha ricoperto l’incarico di assessore regionale all’Ambiente e Protezione Civile, assumendo, successivamente, e fino al 2005, la responsabilità di assessore regionale alla Sanità. Lo stesso anno Verzaschi aveva lasciato la Cdl per passare all’Udeur di Clemente Mastella. Il 19 maggio 2006 era stato nominato sottosegretario alla Difesa.

Roma, l'ex sottosegretario Verzaschi agli arresti domiciliari per tangenti
0 Condivisioni
Tags: