fbpx

"Roma ti culla": kit per i nuovi nati

Roma, 27 aprile 2006 – Presentata oggi in Campidoglio “Roma ti culla“, un’iniziativa volta a sostenere in maniera tangibile i genitori dei piccoli neocittadini romani.
Il kit verrà donato alle neo mamme subito dopo il parto, a partire dal mese di maggio, attraverso i reparti di ostetricia e ginecologia delle strutture sanitarie della Capitale.

All’interno della confezione un utilissimo borsone porta biberon e pannolini, rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti. Ma “Roma ti culla” non è solo questo, come ribadito dal sindaco Walter Veltroni: “Voglio sottolineare l’aspetto concreto per le famiglie, che grazie ad un accordo stipulato con la Farmacap (Azienda comunale per le Farmacie), potranno usufruire di sconti e facilitazioni su tantissimi prodotti per la prima infanzia”. Nel kit infatti le neo mamme troveranno la “Carta del Bambino“, che una volta attivata consentirà di risparmiare dal 15 al 25% su passeggini, bilance, biberon, pannolini e su molto altri prodotti.
Ma la “Baby Card” permette anche di usufruire di una serie di servizi nel delicato periodo del primo anno di vita dei bambini: assistenza telefonica 24 ore su 24 da parte di ginecologi e pediatri, visite domiciliari, consegna di medicinali urgenti, invio di ambulanze tutto rigorosamente gratuito.

All’interno della confezione anche la pubblicazione “Guida al percorso Nascita – Dopo la Nascita“, contenente informazioni utili su strutture pediatriche, pubbliche e convenzionate, cui potersi rivolgere per la salute dei neonati. In più, una cartina di Roma e una guida ai servizi per l’infanzia, da quelli ludici, a quelli educativi, e un cd dal titolo “Canta la filastrocca“, che contiene una raccolta delle più belle canzoni popolari usate ancora oggi nelle scuole.

“Questo kit – ha commentato l’assessore Pamela Pantano – e’ un segno dell’attenzione che la città di Roma rivolge ai suoi piccoli concittadini e alle loro famiglie soprattutto per le meno abbienti”.

"Roma ti culla": kit per i nuovi nati
0 Condivisioni
Tags: